martedì 4 novembre 2014

Trassilico o come dicevano gli antichi romani "Trans silicem": al di là della Pania.

Trassilico in lontananza
Posto a 720 metri d'altezza da le sue spalle alle Alpi Apuane, di fronte alla Pania della Croce ed il Monte Forato.In epoche lontane terra di confine di non secondario rilievo,rinunciò alla fedeltà a Lucca e scelse una soluzione adottata da altri paesi limitrofi (vedi Barga ed altri) di dipendere da un "padrone lontano" quando nel 1430 decise spontaneamente di passare agli Estensi diventando così sede di un importante vicaria appunto perchè posto in un crocevia fra i domini fiorentini e lucchesi.Questo è Trassilico un altro dei tanti gioielli garfagnini nel momento del suo massimo splendore.Ma le sue origini risalgono all'epoca romana a testimoniare ciò ci sono alcuni ritrovamenti avvenuti nel 1988 quando fu rinvenuta casualmente per il cedimento di un muro una piccola lastra di arenaria
 Vecchia cartolina di Trassilico
(collezione Fioravanti9
databile fra il IV e il V secolo d.C con incisa la scritta funebre  per un bimbo di nome Propensus:

                       "Scomparso in tenera età e risorto a nuova vita".
Difatti i romani  si sarebbero insediati venendo dalla Versilia attraverso la foce di Petrosciana (all'epoca una delle poche vie percorribili che portavano nella nostra valle)  dopo aver sconfitto i Liguri nel II secolo proprio in Versilia e invadendo così di fatto la Garfagnana e qui a Trassilico si stabilirono a guardia della citata ed importante via di comunicazione.Sembra così che fu grazie ai romani l'origine del suo nome  che potrebbe avere due radici una da 
" trans pertusum  silicem" cioè "oltre il foro della pietra" con evidente riferimento al Monte Forato e l'altro da "trans silicem" appunto "al di là della pietra" intesa "Pietra" come Pania come anticamente si chiamava (Pietra Pania).Trassilico rimase sulla cresta dell'onda per così dire fino al decadimento del suo comune nel  1947  quando passò sotto Fabbriche di Valico e
Trassilico in autunno (foto di Daniele Saisi)

successivamente (e ancora oggi) a Gallicano. Al momento del passaggio dei comuni il solo paese di Trassilico contava ben 1722 persone oggi credo che di poco si passi le cento unità.Su Trassilico ci sarebbe molto da dire e raccontare.Una pagina a se merita la sua bellissima rocca, una pagina a se la  meritano alcune curiose storie.Questo prendetelo solo come un aperitivo di quello che in futuro poi racconterò di questo piccolo paese, ricco, ricchissimo di storia perchè la storia dei piccoli è molto importante perchè ci aiuta a comprendere meglio quella dei "grandi"