martedì 15 aprile 2014

Vecchie unità di misura garfagnine...Quando non usavamo il metro...

Anni 20 San Pellegrino vita rurale.Le
unità di misura  venivano usate
anche in agricoltura
Abbiamo sempre creduto di aver usato sempre le nostre unità di misura attuali come metro , litro ,chilogrammo. Invece no.Pensare che in Garfagnana già dal 1300 avevamo le nostre personalissime unita di misura per esempio per misurare i liquidi avevamo il Barile di Castelnuovo o per pesare sempre la libbra di Castelnuovo.Ma è bene fare un po' di chiarezza.Si evince appunto che dal
"Regolamento intorno le condizioni degli strumenti per le misure metriche"redatto a Modena, capitale del Ducato Estense, nel 1852, vengono elencate le unità di misura in uso nella provincia della Garfagnana; tali misure derivarono probabilmente da quelle che già nel '300 erano autonomamente utilizzate nella Valle e riconosciute nella loro ufficialità dallo Statuto Lucchese del 1308, all'epoca in cui Castelnuovo e gli altri centri garfagnini erano sotto l'influenza della città delle Mura.In particolare, nel Regolamento estense del 1852 viene esplicitato dove tali misure fossero in uso: a Camporgiano, Careggine, Fosciandora, Giuncugnano, Pieve Fosciana, Piazza al Serchio, Sillano, S. Romano in Garfagnana, Trassilico, Vergemoli, Vagli di Sotto e Villa Collemandina.
Nel dettaglio, tali misure erano:


 il Barile di Castelnuovo di Garfagnana era una misura di capacità per liquidi, e corrispondeva a 39,175 litri; il Boccale, una sua sottomisura, ne rappresentava 1/56 del volume, circa 0,7 litri
il Sacco di Castelnuovo era una misura di capacità per aridi, e corrispondeva a 133,33 litri, pari a 8 Mezzini da 16 litri.
il Braccio di Castelnuovo era una misura mercantile lineare, e corrispondeva a 0,5955 metri; si suddivideva in 12 Once, e ognuna di queste in 12 Punti
la Libbra di Castelnuovo era una misura mercantile di peso, ed equivaleva a 0,334 kg; a sua volta divisa in 12 Once (come il Braccio), a loro volta divisa ancora in 24 Denari
la Pertica di Castelnuovo era una misura agrimensoria lineare, corrispondente a 3,573 metri, cioè sei Braccia; da questa derivava la Pertica quadrata, misura

agrimensoria di superficie, che equivaleva a ettari 0,001276633 (cioè m² 12,76633).
infine, il Mezzino di Castelnuovo era la più grande misura agrimensoria, rappresentando 374 metri quadrati....Una volta era così ...Paese che vai misura che trovi !!!!